StatCounter

martedì 8 marzo 2016

Napoli. Un tempo era la città di Achille Lauro, adesso di ...

Chi ha superato i sessanta anni ricorderà che a Napoli per le elezioni amministrative -negli anni cinquanta- vinceva sempre, contro tutti, Achille Lauro. 
Il sistema per vincere era:  distribuzione di pacchi di pasta e della scarpa destra (la sinistra dopo la vittoria).
In queste ore i media riferiscono che alle primarie del Pd, in vista delle amministrative napoletane, ha vinta una candidata dell'area renziana..
Antonio Bassolino, già sindaco di altri tempi e tuttavia pure egli in corsa,  definisce il risultato delle primarie, “disgustoso”. 
Altri osservatori si dichiarano fra l'incerto, lo “squallido”, il “triste” ed  il “volgare”.
Ci si riferisce  (molto probabilmente) alla distribuzione di monetine (un euro) dinanzi ai seggi delle primarie napoletane per il candidato a sindaco del Pd.
Bassolino ha perso per 452 voti. A questo punto si sospetta per 452 euri,  come la butta a dire il giornalista Bruno Manfellotto.
Ora si pronuncerà la commissione del partito  e forse si dovrà votare daccapo.
^^^
Evitiamo di parlare delle primarie milanesi dove a condizionare l'esito verosimilmente sono stati tantissimi cinesi, tutti ordinatamente in fila.