StatCounter

mercoledì 8 giugno 2016

Sambuca di Sicilia. Borgo dei Borghi 2016 e Borgo "friendly"

GIORNALE D SICILIA

Giuseppe Pantano 
SAMBUCA ··· Sambuca Borgo dei Borghi 2016 istituisce in tempi record il registro delle unioni civili. La delibera è stata approvata dal consiglio comunale su proposta della maggioranza. I consiglieri di opposizione si sono astenuti, ma consiglio e amministrazione vanno avanti in un'azione sinergica che, in qualche modo, lega questo pure alla ribalta nazionale che ha avuto Sambuca con il successo al Borgo dei Borghi. 
(*GP*) L'obiettivo di Antonella Maggio,
capogruppo di maggioranza, è quello di far
diventare Sambuca anche un borgo
«friendly», capace di dare ad ognuno
la possibilità di esprimerei al meglio,
di ritrovarsi.
"La nostra è stata anzitutto una scelta di civiltà, la volontà di dare una sottolineatura politica a una legge- dice Antonella Maggio, capogruppo della maggioranza - che poteva passare inosservata, così come fanno altri Comuni. Adesso spero che il sindaco metta a disposizione la domus di palazzo Panitteri in modo che se qualcuno vorrà unirsi civilmente a Sambuca potrà farlo e in un contesto che contribuisca a renderli felici. Potrebbero passare la loro luna di miele a Sambuca". 
L'obiettivo di Antonella Maggio è quello di far diventare Sambuca anche un borgo "friendly (ndr, amichevole), capace di dare ad ognuno la possibilità di esprimersi al meglio, di ritrovarsi. Il Borgo dei Borghi è stata una meravigliosa scelta politica, ma questa può essere supportata da una serie di situazioni - aggiunge Antonella Maggio - che mettano a proprio agio non soltanto i sambucesi, quelli dei comuni vicini, ma anche tanti altri". 
Il sindaco, Leo Giaccio, ha accolto di buon grado la proposta ed è pronto a portarla avanti anche con riferimento all'impiego di palazzo Panitteri, uno dei monumenti simbolo di Sambuca che, nelle sue sale, presenta una selezione scientifica di reperti archeologici provenienti dagli scavi del sito di Monte Adranone, visitate, poche settimane fa, anche dall'assessore regionale ai Beni culturali, Carlo Vermiglio. 
"Già una sala di palazzo Panitteri dice il sindaco, Leo Ciaccio - è adibita ai matrimoni civili. Possiamo andare avanti in questa direzione grazie anche alla delibera adottata dal consiglio comunale che interviene su un obbligo di legge, ma che testimonia, soprattutto, una manifestazione di grande civiltà che il nostro comune ha voluto dare". 
Il secondo articolo del regolamento delle unioni civili, che fa seguito a quello che istituisce il registro, ricorda che "è considerata unione civile il rapporto tra due persone maggiorenni, di sesso diverso o dello stesso sesso, che non siano legate tra loro da vincoli giuridici (matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela, curatela) e che ne abbiano chiesto la registrazione nel registro comunale". 
L'opposizione, con Adele Pumilia, spiega il perché dell'astensione. "Nessuna discriminazione da parte nostra - dice il consigliere- ma avevamo chiesto di aspettare i decreti attuativi che avrebbero consentito di approvare un testo conforme agli stessi".