StatCounter

domenica 15 novembre 2015

Cronologia dei principali eventi di Contessa Entellina (periodo 1921 - 1940) ... ... di Calogero Raviotta

La presente sintetica esposizione cronologica (date più significative e titoli più importanti)  viene proposta come strumento per scoprire i grandi eventi locali e costituire, per gli interessati, uno stimolo per approfondire la conoscenza della storia di Contessa e del suo territorio. La cronologia dei periodi precedenti (dal 1150 a. C al  1920 d.C.) è stata già proposta ai lettori  (primo periodo 3 febbraio 2014, ultimo 8 maggio 2015).

Anno 1922    Donna Chiara Mulé Sammartino vende il feudo Castello ad Antonino Riggio di Contessa con atto notarile del 4 dicembre. La proprietà del Castello, alla fine del sec. XVIII, era passata dalla famiglia Colonna e Rospigliosi alla famiglia Camineci e  Mulé e quindi a Chiara Mulé e Sammartino.
Anno 1923     Nel territorio di Contessa esistono solamente 5 chilometri di  strada rotabile, dal centro abitato alla stazione ferroviaria, su cui possono  transitare i carri. Il trasporto di cose e persone nel vasto territorio di Contessa avvengono quindi a dorso di mulo,  lungo i sentieri e le trazzere.
Anno 1923      Viene pubblicato a Palermo il volume di Alessandro Schirò    “Guida illustrata delle colonie albanesi di Sicilia - Contessa Entellina”
Anno 1923   Giuseppe Schirò di Piana degli Albanesi pubblica a Napoli il   volume “Canti tradizionali”. Alcuni testi e notizie riguardano Contessa.

14 febbraio 1923   Muore nella Badia Greca di Grottaferrata padre Sofronio          Gassisi, direttore del periodico “Roma e l’Oriente”, paleografo,        liturgista e anticipatore dell’ecumenismo. Era nato a Contessa nel         1873.
Anno 1923            L’arcivescovo di Neocesarea del Ponto mons. Giuseppe Schirò si ritira definitivamente a Contessa Entellina, presso la sua     famiglia.
Anno 1923   E’ avviata la costruzione della strada per Santa Margherita  Belice.
Anno 1924   Un incendio nella sacrestia della chiesa latina distrugge parte                               dell’archivio.
Anno 1925            Antonino Garaci é nominato parroco per i latini.
Anno 1925            Luigi Genovese é nominato Commissario del Comune e  nell’anno                               successivo Podestà.
1926-39                 Periodo del Fascio, vengono costruiti 60 Km di strade da Contessa per S. Margherita, Roccamena, Bisacquino.
Anno 1926            A Contessa vengono assegnati ad alcuni contadini lotti di terra   con    la casa rurale annessa.
Anno 1926            Il sindaco di Contessa avvia i contatti con delle imprese per                               l’elettrificazione del centro abitato.
1° maggio 1926     Il prefetto Mori a Contessa viene ricevuto dalle autorità locali ed in piazza pronuncia un discorso sulla lotta dello Stato contro la delinquenza. Dopo qualche giorno nel territorio di Contessa   vengono effettuati circa 30 arresti.
Anno 1926            Muore a Contessa il can. Nicolò Genovese, parroco latino, poeta   e scrittore, autore di molte opere in gran parte pubblicate. Era nato a Contessa nel 1856.
1° agosto 1927      Muore a Contessa mons. Giuseppe Schirò. Unico vescovo di     Contessa  ed unico arcivescovo arbëresh. Era nato a Contessa il 1° gennaio 1846.
Anno 1930            Costruita l’attuale facciata del cimitero.
Anno 1931    Il farmacista Lo Jacono Salvatore é nominato Commissario del Comune.
24 gennaio  1932   Muore Giuseppe Gassisi, parroco della chiesa greca dal 29         aprile 1916. Era nato a Contessa il 5 novembre 1863 ed ordinato sacerdote il 25     dicembre 1889 da mons. Paolo Schirò. Fu  anche insegnate nelle scuole di Contessa.
Anno 1932            Papas Lojacono Michele nominato parroco della chiesa greca.
Anno 1932   Lo Jacono Giuseppe é nominato Commissario Prefettizio del Comune.
Anno 1932      Viene deliberata la costruzione della rete elettrica per la     illuminazione    pubblica..
15 gennaio 1932    Papas Jani Di Maggio celebra la prima messa a Contessa,         assistito da papas Giuseppe Perniciaro del seminario di Palermo e dal Rettore del     Pontificio collegio Greco di Roma.
7 novembre 1932   Papas Jani Di Maggio é nominato vice-Rettore del Seminario      greco-albanese di Palermo.
Anno 1933            Omela Eugenio nominato Commissario Prefettizio del  Comune.
4 marzo  1933       Muore a Roma papas Francesco Chetta, parroco della comunità cattolica bizantina di Malta (Chiesa di S. Maria Damascena) ed autore di tre monografie: Memorie sulle chiese di rito greco in   Malta; La solenne incoronazione della Vergine; La famiglia di Giorgio Costudà, sovrano ordinario di Malta. Era nato a Contessa  il 7.10.1876.
8 marzo 1933        Muore a Contessa il cav. Vito Salvagio. Era stato sindaco di      Contessa nel 1861 e nel 1865.
Il 21 aprile 1933    Per la seconda volta viene effettuato l’allacciamento della rete     elettrica    e  parlano in pubblico per l'eccezionale avvenimento il prof. Calogero Raviotta e papas Lino Lojacono.
29 agosto 1933      Benedetta da mons. Evola della diocesi di Monreale la cappella     rurale dedicata a S. Antonino in contrada Bagnitelle
Anno 1934            Viene attivata la rete elettrica nel centro abitato.
Anno 1934    Francesco Aloisi pubblica a Palermo il volume “La Rocca di       Entella”.
Anno 1934            Terminata la strada per S. Margherita, sono avviati i lavori per la     strada per Bisacquino e per Roccamena.
4 febbraio 1934     Padre Teodoro Minisci, jeromonaco della Badia Greca di   Grottaferrata, visita Contessa Entellina, per contattare giovani che volessero seguire la vocazione religiosa.
19 agosto 1934      A Contessa la polizia arresta parecchie persone.
1° ottobre 1934     Inaugurato il nuovo edifico scolastico  delle scuole elementari.
1° novembre 1934 P. Cosma Buccola, primo jeromonaco basiliano delle comunità italo-albanesi, muore nella Badia Greca di Grottaferrata. Era nato  a Contessa nel 1869.    
Anno 1935            Il cav. Antonino Inglese é nominato Podestà del Comune.
10 marzo 1935      Il card. Lavitrano, vescovo di Palermo dal 1929 e   Amministratore Apostolico dell’Eparchia di Piana degli Albanesi,  é in visita pastorale a Contessa Entellina.
15 gennaio 1936    Viene aggiornato lo statuto della Congregazione di Maria SS.     della Favara.
Anno 1936            Muore Giuseppe Raviotta, guardia campestre del comune, dai    contessioti ricordato per il suo servizio svolto con correttezza e   professionalità.
7 settembre 1936   Papas Iosif Papamihali di Elbasan (Albania), sacerdote di rito   bizantino, visita Contessa Entellina. Dopo aver svolto la sua      missione,    viene  prima imprigionato, come tanti altri sacerdoti e     religiosi, e morirà nei campi di lavoro forzato durante la dittatura  comunista in Albania.
Anno 1937            Viene aperta a Contessa, nell’ambito della parrocchia greca,   una   casa   delle suore basiliane “Figlie di S. Macrina”.
Anno 1937            Dott. Nino Chetta pubblica a Bordighera il volume “Entella”.
29 marzo 1937      Muore a Contessa papas Nicola Lojacono.
26 ottobre 1937     Con la Bolla “Apostolica Sedes” il Papa Pio XI istituisce   l’Eparchia di Piana degli Albanesi. I fedeli di rito greco di     Contessa passano sotto la giurisdizione ecclesiastica della nuova         diocesi bizantina.
Anno 1938            Tra i ruderi del Castello di Calatamauro, alcuni pastori scoprono  la grande cisterna, entrando attraverso un buco scavato nella spessissima parete del lato Nord.
Anno 1938            Il cav. Gallina Vincenzo é nominato Commissario Prefettizio del                               Comune.
Anno 1939            Lojacono Francesco é nominato Commissario Prefettizio e Podestà del                               Comune.
Anno 1938            Vengono effettuati alcuni lavori di restauro nella chiesa greca.
22 gennaio 1938   Mons. Perniciaro consacra l’altare della chiesa greca,      benedice     la                               nuova iconostasi. e gli interventi di restauro    effettuati col contributo dei fratelli Vaccaro, contessioti emigrati         a  New Orleans.
Anno 1939            Muore a Contessa il prof. Calogero Raviotta, ricordato dai suoi numerosi alunni come insegnante scrupoloso e        severo.
Anno 1939            Giuseppe Schirò di Contessa pubblica a Roma la monografia     “Tradizioni e glorie degli italo-albanesi”.
7 settembre 1939   Nella chiesa greca il card. Lavitrano, arcivescovo di Palermo,      benedice il nuovo organo.
Anno 1940            Francesco Aloisi pubblica a Mazara una seconda edizione aggiornata del volume “La Rocca di Entella”.
Anno 1940            Lojacono Nunzio é nominato Commissario Prefettizio e Podestà          del                               Comune.

P. S. - Sono stati evidenziati eventi e personaggi più rilevanti, che meritano un approfondimento.