StatCounter

domenica 5 giugno 2016

Sicilia. La gente è distratta e raccolta nel proprio vivere privato; quando si sveglierà dal torpore si accorgerà di essere stata privata pure del diritto alla salute

Con deliberazione del Comitato delle Regioni è stato ribadito il taglio del servizio di guardia medica demandando l'assistenza notturna ai pronto soccorso ospedalieri e al 118.
Sostanzialmente il governo di pseudo centro-sinistra dei nostri giorni nega il diritto alla salute (istituito dai governi di centro-sinistra della prima repubblica) a milioni di cittadini. 
Questa fantasiosa iniziativa si aggiunge alla chiusura di altri servizi, che i Comuni siciliani sono costretti a non erogare per la gravissima crisi finanziaria e istituzionale che stanno vivendo in questi mesi  che si acuiranno in futuro, mancando una inversione di rotta del liberismo trionfante.
Secondo Leoluca Orlando, presidente Anci Sicilia, la situazione di disagi e di disservizi in atto in più zone dell'isola  potrebbe ulteriormente acuirsi nei Comuni di minore dimensione demografica ubicati nelle zone interne e montane che rischierebbero di rimanere totalmente isolati, soprattutto nella stagione invernale, anche a causa della disastrata viabilità e di collegamenti inadeguati.