StatCounter

lunedì 23 gennaio 2017

La vicenda umana


In questa rubrica interverremo periodicamente per riflettere su due fondamentali punti del vivere umano: 
--la giustizia -opera dell'uomo- che avrebbe dovuto risolvere le grandi diseguaglianze del pianeta, 
--e l'amore -opera insieme del divino, dello spirito e dell'uomo- che avrebbe dovuto portare la pace in ogni angolo del pianeta.
La riflessione la condurremo osservando la Storia umana dagli anni del secondo dopo-guerra ad oggi, un lasso di tempo che più o meno equivale alla vita di un uomo, di un osservatore dal vivo della vicenda collettiva sul nostro piccolo-grande pianeta.
La vicenda umana
001) 
Porre domande agli altri, porle a noi stessi, è sempre stato il modo per acquisire la conoscenza.
Eppure alcune domande continuano a  restare senza risposta. 
Altre domande da un secolo all'altro le ritroviamo nuovamente irrisolte; conseguenza del fatto che le questioni continuano a nascere dal contrapporsi e dall'intrecciarsi delle risposte.

002) 
La Storia dell'uomo è imprevedibile, costringe ciclicamente a rifare il punto, a correggere le mappe e soprattutto le rotte da seguire.
In ogni tempo, sempre, gli accumuli delle questioni non risolte in passato obbligano a transitare, a penetrare  entro i nodi della comunque permanente complessa vicenda umana.

003) 
Chi oggi sta vivendo la maturità degli anni è nato -in linea di massima- negli anni quaranta del '900, il decennio durante il quale l'uomo ha lasciato alla memoria storica una guerra costata poco meno di 54 milioni di esseri umani e nel contempo ha affermato il superbo e tragico monito di una intelligenza finalizzata alla propria autodistruzione: il fungo di Hiroshima.

004) 
Qual'è il mondo che ancora oggi attende risposte che da millenni non sono mai state date, o se sono state date si sono rivelate inadeguate ?
Basta accendere la tv e apprendere di guerre, razzismi, terrorismo, carestie, migrazioni, pedofilia di ecclesiastici ...
Certo, l'uomo e la sua vicenda nei giorni della sua vita su questa terra è -ed appare- pure ben altro.
E' il protagonista dei "viaggi sulla luna", delle navigazioni elettroniche grazie ad internet, di molte liberazioni raggiunte sul piano sociale, sanitario, culturale e ideale. 

005)
Ci sono grandi novità che appaiono all'orizzonte e che ad oggi forse non riusciamo ancora a bene inquadrare.
a- Il tracollo delle ideologie avvenuto sotto i nostri occhi ha in qualche modo reso più libera la dinamica della politica,
b- lo stesso concetto di destra e sinistra  ha subito e continua a subire sia ardite che incongrue varianti,
c) alla militanza e all'appartenenza politica si affianca la richiesta di pluralismo degli apporti,
d) all'intolleranza religiosa si prova quà e là di porre l'alternativa ecumenica,
e) all'intolleranza etnico-razziale si oppongono i diritti umani,
f) all'eterno confronto fra il "bene ed il male" si prova a far valere il principio secondo cui tutto ciò che è possibile fare non è sempre, per ciò stesso, anche lecito.