StatCounter

mercoledì 21 settembre 2016

L'Occidente, il post-moderno della dimenticanza, gli altri --n. 26--

71) L'Illuminismo ha sganciato la cultura europea dal peso dei dogmi della Chiesa, di quella romana soprattutto.
Alla storia sacra, guidata da Dio nei suoi insondabili disegni è subentrata la storia della ragione umana.
L'uomo occidentale organizza da solo la sua felicità, conquista la propria salvezza, domina la natura, aumenta le sue ricchezze e la sua potenza.
La storia è stata desacralizzata, il mondo "disincantato".
Senza più misteri impenetrabili nell'esistenza umana, il mondo ha perso il suo carattere magico, incantevole.

72) I filosofi dei Lumi e i loro successori non sospettarono mai che un giorno sarebbero stati additati come coloro che hanno "disincantato" il mondo.
Essi pensavano di aver liberato il mondo dall'oscurantismo, di avergli aperto le porte della ragione della conquista del progresso continuo.
Da quel disincanto è nata l'era delle rivoluzioni, della caccia ai tiranni, della lotta contro la miseria e la fame. E' sorta la felicità "laica", la città degli uomini nel possesso della ragione. 
Sono morti dalla Rivoluzione francese  in poi in nome della felicità laica milioni e milioni di uomini ed insorte guerre civili (in Europa e altrove) difficili da contare, ci sono state due guerre mondiali, poi la guerra fredda, prolungamento delle due guerre mondiali ed il tutto potrebbe ritenersi il prolungamento ininterrotto delle guerre di religione.

73) L'Illuminismo ha davvero disincantato il mondo ? 
Dal Rinascimento in poi esso però si compiace osservando il resto del mondo, quel resto del mondo che non l'ha seguito dall'uscita delle religioni.