StatCounter

martedì 20 settembre 2016

Medio Oriente. Continuiamo a chiederci: chi fornisce le Jeeps modernissime e le armi automatiche all'Isis ?

Gli americani hanno bombardato ed ucciso alcune decine di soldati siriani che combattevano contro l'ISIS ed i guerriglieri anti governativi (addestrati questi ultimi dagli Usa). Il Pentagono ha subito dichiarato che è stato un errore.
Errore ?
In quell’area si sta giocando una partita a scacchi molto rischiosa.
Mosca tenta da tempo –dalla fine dell’Urss- di riguadagnare spazio e peso geopolitico in particolare proprio in Medio Oriente dove – complice il disorientamento occidentale seguito ai disastri di Bush e all’immobilismo di Obama successivo alle Primavere Arabe -, sfruttando la crisi siriana sta conseguendo successi notevoli.
L’Occidente è di contro ingabbiato. 
Il principale alleato in Medio Oriente degli Stati Uniti – e di riflesso dell’intero Occidente – è l’Arabia Saudita, il paese che dà l’interpretazione fondamentalista e fanatica della religione musulmanacioè il sunnismo salafita nella versione wahabita. 

L'interpretazione salafita è proprio essa la radice stessa dei movimenti terroristici islamici che insanguinano il mondo. L’Isis di chi è figlio quindi ?