StatCounter

venerdì 19 maggio 2017

L'Italia dei nostri giorni. Il debito pubblico italiano sta diventando sempre più una montagna difficile da scalare.

Perchè il Meridione è 
abbandonato a sè stesso ?

L’Italia ha un debito di 2260 miliardi ( il 133,3% del prodotto interno lordo, nel 2017).
I politici dei nostri giorni -ignoranti sui meccanismi di funzionamento della società e dell'economia-   ignorano che a breve,  quando la BCE porrà termine alle misure di stimolo all’economia che hanno portato dal marzo del 2015 al lancio di acquisto di titoli Stato e obbligazioni in genere: il cosiddetto «Quantitative easing»,  questa circostanza significherà mettere in conto una spesa ancora maggiore dell'attuale per gli interessi sul debito pubblico. 
Significherà sottrarre ulteriori consistenti risorse al sostegno dello sviluppo per pagare interessi. Questo rende ancora più irritante la sin troppo evidente sottovalutazione da parte della politica, di tutte le forze politiche (di maggioranza e opposizione), del problema del debito pubblico.
Negli ultimi 10 anni, nel periodo 2007-2016, dalle tasche di noi contribuenti sono venuti meno 756,4 miliardi di euro per pagare gli interessi sul debito, una cifra che corrisponde alla media del 4,8% del pil dell’arco di tempo considerato.