StatCounter

lunedì 20 febbraio 2017

Contessa Entellina. Un paese per pensionati

I giovani a Contessa

Girare per le strade di Contessa Entellina nelle ore pomeridiane, alle 15,oo, alle 16,oo o alle 18,oo e non incontrare anima viva è circostanza ordinaria e pure ovvia. 
Le poche attività artigiane, le officine di riparazione automobilistiche, ed i pochi bar accolgono pochi clienti con cui si può -finalmente- discutere del più o meno. 
E' interessante constatare come proprio in questi pochi punti di riferimento commerciali, settimana dietro settimana, si può ottenere l'elenco dettagliato dei giovani sedicenni, diciottenni e venticinquenni che sono partiti, sono emigrati a cercare lavoro in terre mai vicine. 

Contessa Entellina, e l'intero distretto del
Corleonese, non è un territorio per giovani.

Eppure i politici di turno, si richiamino
alla destra o alla sinistra politica,
hanno la sfrontataggine di
mostrarsi nella loro
inconcludenza

Nel corso delle conversazioni viene sempre rimarcato che questi giovani partiti in cerca di fortuna non torneranno mai più nel paese d'origine; viene detto:  verranno per i primi due o tre anni per partecipare alla festa locale dell'8 settembre e poi ... nemmeno in quella tradizionale occasione torneranno più in Sicilia. 

Ogni settimana a lasciare Contessa Entellina sono tre, cinque o sei giovani.
I nostri anziani che ascoltano queste informazioni subito rievocano che i loro zii ed i loro nonni a fine Ottocento e all'inizio Novecento pure essi emigrarono, prevalentemente verso New Orleans o San Francisco di California e non sono mai più tornati a Contessa. 
I meno anziani ricordano che sul finire degli anni cinquanta e per tutti gli anni sessanta Contessa si svuotò ancora di centinaia e centinaia di nuclei familiari, tutti diretti in Svizzera ed in Germania, nemmeno essi -in massima parte- sono più tornati.

Tutte queste reminiscenze vengono fuori -a Contessa- senza che mai siano accompagnati da giudizi politici, sociali o da valutazioni sulle scelte governative. 
No, a Contessa, quanto accade è fatale che capiti. 
E' sempre avvenuto !

In Consiglio Comunale, per dire, mai si è aperta una discussione sul futuro di questo paese; paese senza futuro.
E' sempre andata così !
Tranne, evidenziano gli anziani, nel post-terremoto quando il settore edile divenne ampiamente capiente per la manodopera.  
Tratto strada provinciale
Contessa -Campofiorito

A Contessa -nel centro urbano- esistono strade dove solamente una abitazione su dieci è abitata da qualche anima viva.
A Contessa le strade di accesso all'abitato somigliano alle mulattiere.
Eppure nelle sedi appropriate (Aula parlamentare dell'Ars, enti vari finanziati con denaro pubblico) mancano i dibattiti e mancano pure i documenti di un inizio di programmazione.
Tanto a Contessa vivono solamente alcuni pensionati !