StatCounter

giovedì 23 aprile 2015

Riflessione sul presente

Ci è stato chiesto: 
Cosa è la Sinistra ? Il Blog pare che critichi sia la Sinistra che la Destra.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
RISPOSTA:
Una cosa è certa: Sinistra e Destra non sono localizzazioni geografiche, topografiche.
Nel fornire il punto di vista di chi dirige il Blog verranno vagliati soprattutto l'angolatura ed i presupposti della Sinistra, della Sinistra riformista (o socialdemocratica). 

Alla base sia della Destra che della Sinistra devono preliminarmente sussistere cultura, identità, valori e regole.
Se sussistono questi presupposti ora ricordati la distinzione fra Destra e Sinistra diventa questione di "analisi" e modalità di lettura della realtà e della società entro cui viviamo.

Va preso atto che oggi la Sinistra mondiale attraversa una crisi non tanto sul piano culturale, dei valori, delle regole quanto sull'identità. Come presentare nel terzo millennio gli obiettivi dei tradizionali valori (solidarietà, eguaglianza, bellezza, ecologismo, convivenza, umanità ...) in un mondo in cui la Destra sfodera ovunque antipolitica, populismo, caduta della cultura sociale e politica ?

La Sinistra in molte parti del mondo si è liberata delle ipotesi malate (violente) che ne alteravano l'immagine profondamente democratica del socialismo delle origini, penso al Comunismo o alle frange anarcoidi, e la Destra tenta di infondere l'idea che ormai non esistono più limiti al su predominio che trova alimento nell'egoismo individualista.

Così non è. 
Sono i partiti della Sinistra che in ogni parte del mondo esigono il dibattito, il confronto ed il dialogo per affrontare le gravi situazioni dei più sfortunati, degli emarginati e dei disoccupati. Oggi, dal post Concilio, questi temi sono stati finalmente pure recuperati dalla Chiesa. 
Alla Sinistra compete però, nel concreto dei tempi e politicamente dispiegare  il grande libro della "giustizia sociale", alla Chiesa quello di sensibilizzare le coscienze.

Il Blog critica Destra e Sinistra ? 
Può darsi. E' della Sinistra criticare se stessa quando non svolge il ruolo della Sinistra. 
Il senso critico, su tutto e sempre, è inerente alla cultura e al modo di essere della Sinistra. Il conformismo e l'adeguarsi trasformisticamente prescindendo persino dalla propria memoria è tipico della Destra.

Certo, esiste diffusamente ai nostri giorni il dubbio che la sigla che oggi si presenta come espressione della Sinistra (Pd), possieda i caratteri della Sinistra.
Questo partito, oggi come oggi, è difficilmente classificabile perchè in preda alle lotte di potere oltre che privo di "strategia politica".  Per essere di Sinistra un partito deve definire la "strategia politica" additando nell'immediato la solidarietà e poi, anche in lontananza, i traguardi dell'eguaglianza e della giustizia sociale.
In mancanza è un partito di Destra, impegnato a mantenere l'ordine, rassicurare la Finanza, i Banchieri e i conservatori del paese.