StatCounter

sabato 5 gennaio 2019

Contessa Entellina. Un Convegno e una prospettiva identitaria per creare basi di crescita e sviluppo socio-culturali

La serata a sfondo storico che il Circolo Culturale Parrocchiale di Contessa E., la cui sede e' in piazza Umberto, intende dedicare alla memoria di Giorgio Kastriota Scanderbergh e' stata spostata nella serata di domani, 6 gennaio 2019 alle ore 18,oo, a causa della nevicata che da ieri sera fino alle prime ore di oggi si e' abattuta su gran parte della Sicilia.

In quegli stessi locali in anni passati aveva sede un Circolo -cosiddetto- dei civili che di fatto serviva come punto di incontro grazie alla sua prospicienza sulla piazza principale del paese. Li' ci si incontrava -fra i soci- soprattutto per giocare a carte. Dopo l'avvenuta ricostruzione dell'edificio, nel post-terremoto, per impegno soprattutto di Calogero Raviotta, si e' voluto dare al Circolo il carattere di luogo culturale. 
Da questi presupposti sono sorti gli spazi dedicati al museo della tradizione contadina, all'esposizione fotografica del passato, alla sala di incontri culturali etc.
E' con il piu' recente impegno di Anna Fucarino comunque che il Circolo ha ancora più marcatamente fatto conoscere all'interno della comunita' locale la sua vocazione culturale in aderenza ad un disegno di crescita umana. Si è iniziato con un corso di lingua inglese nel biennio 2016/2017, aperto gratuitamente a chiunque della cittadinanza, e si vuole adesso proseguire con Convegni a carattere storico e/o di altre branche del sapere intesi a valorizzare origini e identita' del paese arbereshe di Contessa. Su questa stradegia non manca l'impegno e la volonta' del Presidente statutario, papas Nicola Cuccia, parroco della Chiesa Madre, che condivide a pieno il progetto di aggregazione socio-culturale che via via sarà messo in campo.
Il successo della volontà culturale di Calogero, di Anna e di papas Nicola e di
altre persone pure esse impegnatissime è ovviamente legato alla capacita' di saper coinvolgere la comunità locale con tematiche di positivo effetto. E' da evidenziare  che da qualche tempo il Circolo, un tempo prettamente maschile e forse maschilista, e' aperto alle donne (le donne in Circolo) e che queste sono coinvolte e si coinvolgeranno  sempre piu'  da se stesse su progetti ed iniziative che verranno portati avanti, proprio grazie ad esse.

L'incontro fissato per le 18,00 di domani sera prende spunto sul 550' Anniversario della morte di Giorgio Kastriota e -in quanto primo incontro- vorrebbe additare le lontane origini e l'identita' prioritaria, se non esclusiva, del nostro paese.
Seguiranno, immaginiamo, altre tematiche e altri ambiti culturali che auspicabilmente mireranno a sfruttare le peculiarita' locali per porle alla base di un disegno di crescita e sviluppo -oltre che prettamente culturale anche socio-economico- per una Contessa Entellina che fuoriesca dal declino verso cui sembra avviato negli ultimi decenni.

Come non condividere un disegno che si propone sia pure in prospettiva di toglierci dal declino ?