StatCounter

domenica 25 febbraio 2018

Formazione regionale. Se veramente servirà ai giovani piuttosto che ai politicanti

Quando si parla di "formazione" in Sicilia, scatta nell'inconscio di moltissimi un qualcosa che fa pensare -chissà perchè- ai ladri, anzi ai ladroni, anzi alla classe politica di questa Regione degli ultimi venti anni, dove -è inutile far finta che così non sia stato-, hanno prevalso mascalzoni e cllusi da tutte le prvenienze, da destra, da snistra, da sopra e da sotto.

Le ruberie nella "formazione" sono state di entità tale che ancora oggi la magistratura ordinaria, quella contabile e gli inquirenti dei vari ordine non riescono a trarre le fila sul come e il perchè sia successo. 
Una cosa è certa, prima del saccheggio, le strutture erano di proprietà delle Organizzazioni Sindacali. Quando Mamma Regione allargò le maglie, in vista dell'assalto alla ... Bastiglia, prudentemente (ma anche perchè così si volle) la proprietà delle strutture passò (si disse) ai privati. In realtà passò a parenti di politicanti di basso profilo (che conoscevano il gioco che si sarebbe aperto) e a parenti dei parenti.

Il gioco si aprì. Coinvolse con gettoni, rimborsi, indennizzi, stipendi etc. politicanti inimagginabili e mascalzoni. Segretari Regionali di partiti di governo e politicanti di opposizione. Personaggi oscuri che diventavano onorevoli nazionali e/o regionali del Pd, ma non solo del Pd. Pure dell'Udc, di F.I.

Quanti onorevoli venuti dal nulla abbiamo conoscuto del Pd negli ultimi venti anni ?
Precedentemente si diventeva deputati del Pci e/o del Psi dopo decenni e decenni di girare (settimanalmente, cinque anni su cinque) le sezioni di provincia.
Il Pd più recente è stato in mano a soggetti contrattati, non si sa bene sulla base di quale tematica e in vista di quale modello di società da realizzare.
Ci riferiamo al Pd, ma il discorso è amaro sul versante Centro-Destra. Gli affari personali e di "giro" prevalgno sulla visione collettiva.
^^^^^^^^^
Avevamo iniziato che volevamo discutere delle nuove professialità che la formazione regionale oggi propone e siamo finiti sui circa 100 milini di euro seguestrati ad un ex segretario regionale del pd, esperto (si fa per dire) del comparto formazione, da qualche tempo transitato nel Centro-Destra (FI). 
Mah ...

Vediamo quali profili professionali propone ai giovani la Regione Sicilia del dopo saccheggio.
--Pizzaioli
--Restauratori del legno
--Addetto al taglio di prodotti lapidei

A dire la verità la nuova formazione promette di ulteriormente aprirsi verso altri comparti e altri profili che -ai nostri giorni- appaiono più propizi per il mercato del lavoro.

Sono verosimilmente in corso di benevola valutazione e sperabile inserimento:
--tecnico per la sicurezza delle reti,
--operatre termale,
--lingue straniere (inglese intermedio e avanzato),

Come saremmo felici se il vecchio assalto alla "carovana" del denaro pubblico possa dirsi tramontato, quel tempo quando tutti i deputat dell'ars vedevano, assaporavano, ma non deunciavano.
Chissà perchè !!!