StatCounter

giovedì 20 luglio 2017

Arbëreshe in Albania (8). Berat, “La città dalle mille finestre"

I nostri amici che sono in visita in Albania, dopo avere trascorso ieri una giornata di distensione nella città turistica di Samanda, nel Sud estremo del Paese, oggi sono a Berat, ancora nel Meridione ma ormai avviati verso il Centro dove verosimilmente sono attesi a Vallona e poi a Durazzo e Tirana.

Berat è una città museo e le piccole finestrelle delle bianche case ottomane danno al visitatore la sensazione di essere sempre osservato in ogni movimento.

Cosa c'è di interessante da visitare ?

Il castello e la cittadella di Berat (Kala)
Si può godere il panorama sulla città, passeggiare per le vie medioevali, tra le basse case, i panni stesi al sole e le piccole chiese e poi vedere le bancarelle dell'artigianato locale.
Vi sono due musei: il museo Onufri e il museo Etnografico.
La cittadella è raggiungibile in salita.

Il quartiere di Gorica 
sorge sul lato opposto rispetto al castello, è il quartiere cristiano della città. 
È piacevole passeggiare per Gorica, fermarsi ad ammirare vicoletti e case in pietra, fiori e panorami stupendi. 
Si possono ammirare il Monastero di San Spiridione e la Chiesa di San Tommaso e poi raggiungere la fortezza illirica.

Il quartiere Mangalemi 
è il quartiere mussulmano e si capisce immediatamente dai tre minareti che si vedono svettare. Vi sono infatti tre moschee: la Moschea del Sultano, la Moschea di Piombo, così chiamata per la copertura delle sue cupole e la Moschea degli Scapoli.