StatCounter

venerdì 23 giugno 2017

Politica. Cosa distingue ancora la destra dalla sinistra

Il mondo che cambia

In Francia Macron, un liberale ha assunto la guida del paese. La Sinistra, ancora concentrata sul discrimine "sociale" rispetto alla destra liberista che in Italia ingloba pure il pd, perde terreno. In Italia la situazione è ancora più lacerante. Dalla scomparsa del Pci e del Psi sono sorte decine e decine di sigle che, oggi, assemblate per il loro iimpegno "sociale", ossia di interesse sulla questione sociale, difficilmente superano il 6 o il 7%.

Con sinistra, si indica
la componente del Parlamento
che siede alla 
sinistra del Presidente
dell'assemblea e che persegue

posizioni politiche egualitariste 
e progressiste,
opposte rispetto a quelle
della 
destra.
Sta nascendo comunque nel mondo una Sinistra che punta la propria attenzione -sì- sulla questione "sociale", ma che sia nel vecchio continente che sul resto del pianeta sta inestricabilmente associando alla "condizione umana" nell'ambito delle questioni socio-economiche anche i temi della "condizione umana" nell'ambito dell'ecologia. Da qui il riplasmarsi della Sinistra dalle tematiche tipicamente socialdemocratiche a quelle economiche e pure ambientali.
    
L'Unione Europea, nel cui ambito i partiti socialdemocratici costituiscono tuttora forze di governo, recentemente, a Taormina nel G7, ha concentrato gli sforzi per evitare strappi e salvare gli accordi di Parigi - o meglio l’accordo sulla lotta al cambiamento climatico sottoscritto nella capitale francese nel 2015 sotto l’egida dell’Onu da parte di 200 Paesi e firmato per gli Stati Uniti dal predecessore e nemesi di Trump, Barack Obama.
I temi ambientali distinguono, con una linea non ancora nettamente nitida la destra liberista e sovranista (governata dall'egoismo economicista) da una sinistra che si va sempre più tingendo, nei paesi sviluppati, di verde e che resta socialdemocratica nei paesi in sviluppo.