StatCounter

martedì 21 marzo 2017

ll Fisco e il contribuente. La rottamazione ipotesi da "valutare"

Sono arrivati i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate in ordine alla definizione agevolata dei carichi affidati all’agente della riscossione. 
Con la circolare n. 2/E dell’8 marzo 2017, l'Agenzia precisa che i termini di presentazione della richiesta di rottamazione scadono il prossimo 31 marzo e che la stessa può essere presentata solo in relazione alle somme che sono state affidate tra il 1° gennaio 2000 e il 31 dicembre 2016.
L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la circolare n. 2/E del 2017, che fornisce chiarimenti in ordine alla delicata tematica della definizione agevolata dei carichi affidati all’agente della riscossione, meglio conosciuta comerottamazione”.
L’Agenzia mette in evidenza che il prossimo 31 marzo scadono i termini per la presentazione della richiesta di accesso al predetto istituto, che consente di beneficiare di una consistente riduzione delle somme da pagare. Vengono infatti eliminati interessi di mora e sanzioni e rimangono da versare solamente le somme relative a:
- capitale;
- interessi;
- spese sostenute per le procedure di recupero del credito;
- aggio dovuto agli agenti della riscossione.
^^^^^^^^^^^^