StatCounter

giovedì 19 gennaio 2017

Hanno detto ... ...

BARAK OBAMA, presidente Usa uscente,
“Avere voi in questo edificio ci ha fatto lavorare tutti meglio, perché la stampa è l’occhio critico su quelli che hanno il potere”

CARLO ALBERTO TREGUA, direttore de Il QdS
Sono cambiati i mezzi di comunicazione e gli imbonitori non solo non sono scomparsi, ma sono aumentati di numero.
Hotel Rigopiano
Soccorsi in atto 
Non bisogna dimenticare l’utilità di sapere ascoltare, mentre per parlare c’è sempre tempo.


GIOVANNI GREGORI, geofisico

«So che sembra strano dirlo, ma quando siamo in presenza di un’attività sismica è molto meglio il frazionamento in più movimenti tellurici. Se tutta quell’energia fosse convogliata in un unico colpo sarebbe assai più pericoloso rispetto all’eventualità di farla scaricare in più eventi».
«La statistica ci comunica che quando siamo di fronte ad un’attività importante come questa spesso la sequenza fa registrare diversi eventi. Dobbiamo, insomma, imparare a convivere con certi fenomeni che, per quanti fastidiosi e temibili, sono comunque naturali».
La casistica dice che in diverse circostanze nel nostro pianeta ci sono sciami sismici che durano non solo mesi, ma addirittura anni. Ovviamente non tutti i terremoti sono percettibili, in quanto specie nell’ultima fase della prolungata sequenza alcuni movimenti vengono rilevati solo dagli apparecchi più evoluti».

GIUSEPPE LAURICELLA, deputato pd
“Pensare di trovare a Palermo un accordo di centrosinistra senza presentare il simbolo del Partito democratico sarebbe un atto di resa oltre che di mortificazione per un partito che rappresenta la forza politica maggiore nazionale.
“In realtà, qualcuno sta barattando il simbolo Pd con spazi politici personali nella futura amministrazione comunale di Palermo.
Purtroppo, sono gli stessi che si candidano a rappresentare il Pd e i siciliani alle prossime elezioni regionali. Va bene la ricerca di una coalizione di centrosinistra ma il simbolo è irrinunciabile se non si vuole lo scollamento definitivo tra Pd e l’elettorato palermitano e siciliano”.