StatCounter

venerdì 16 dicembre 2016

Politica e Affarismo. Le due capitali d'Italia, quella morale e quella politica, nel caos

Doppia bufera giudiziaria nella stessa mattinata che coinvolge la politica 
a Milano
e Roma.
A Milano il sindaco Giuseppe Sala è stato iscritto al registro degli indagati nell’inchiesta sulla piastra dei servizi di Expo 2015, con l’accusa di concorso in falso ideologico e falso materiale. L’appalto era stato assegnato all’impresa Mantovani spa con un ribasso del 42 per cento su una base d’asta di 272 milioni di euro.
Ha spiegato Sala in una nota  « sarei iscritto nel registro degli indagati nell'ambito dell'inchiesta sulla piastra Expo. Pur non avendo la benché minima idea delle ipotesi investigative, ho deciso di autosospendermi dalla carica di sindaco".

A Roma la situazione degli amministratori della città sembra al collasso.
Dopo le dimissioni dell’assessore alla sostenibilità ambientale Paola Muraro, arriva l’arresto di Raffaele Marra, capo del personale del Campidoglio e braccio destro del sindaco Virginia Raggi. Il reato che gli è stato contestato è la corruzione. I fatti risalirebbero al 2013, quando Marra era a capo del dipartimento politiche abitative del Comune.