StatCounter

venerdì 16 dicembre 2016

Comuni. Per garantire chiarezza e combattere la corruzione dovranno rispondere a tutti gli interrogativi dei cittadini

Il Foia, il decreto del Freedom of information act , approvato a giugno entrerà in vigore dal 23 dicembre.

Chiunque vuole sapere quanto ha speso il comune per arredare i nuovi uffici dell'assessore xy, oppure quanto è costata la missione a Roma del sindaco e dell'assessore xy, ovvero l'intervento manutentivo nel giardino della scuola materna, oppure ancora  a chi è andato l’appalto per la manutenzione del sistema informatico degli uffici municipali o ancora a quanto  ammonta la spesa per comprare i panettoni di Natale, da venerdì prossimo potrà accedere ai dati delle pubbliche amministrazioni, da quelle locali a quelle nazionali, senza dover presentare motivi di carattere personale. 
E soprattutto dovrà ricevere una qualche risposta entro 30 giorni.

In pratica per conoscere le vicende e l'andazzo della Pubblica Amministrazione non bisogna essere consiglieri comunali o deputati regionali e nemmeno parlamentari nazionali. 
Tutti i cittadini -in un certo senso- possono presentare "interrogazioni".