StatCounter

domenica 6 novembre 2016

Storie di Sicilia. Dai malèfici alla scienza del terzo millennio

Storia di Sicilia

Quando la Sicilia passò nell'orbita romana fu -dal punto di vista amministrativo- organizzata in Provincia, ossia terra dominata rispetto al resto della penisola romana, e ad essa fu applicata la Lex Iulia municipalis vigente per le amministrazioni locali.

Gli arabi eliminarono tutte le classificazioni territoriali romane (civitas, vicus, pagus, oppidum, massa, villa) e bizantine (poleis e frouria) e mantennero  le stationes (posti di sosta) che divennero nel tempo piccoli centri abitati, utili per il traffico e per le necessità dell'agricoltura e che essi chiamavano menzil

La popolazione dedita all'attività rurale abitava nelle masse, in arabo rhaal.
Se le rhaal erano abitate da coloni o ascriptitii (servi della gleba, villani) erano denominate ictà, che più tardi saranno definite villa