StatCounter

martedì 1 novembre 2016

Storie di Sicilia. Dai malèfici alla scienza del terzo millennio

Storia di Sicilia

L'Organizzazione comunitaria o civica in Sicilia è stata nell'antichità influenzata dalla cultura dei popoli che in essa hanno approdato ed hanno abitato.

 Non v'è dubbio che nell'assetto e nel modo di vivere siciliano, più delle precedenti culture, ha influito quella greca. 
I colonizzatori dell'Ellade  già dal VII secolo avanti Cristo portarono fra i Sicani, i Siculi e gli Elimi 
-il senso  della stirpe, 
-i culti che salvaguardano il senso dell'umano e quindi l'eliminazione dei sacrifici umani, 
-ed in generale affermarono la civiltà permeata e rivolta all'amore della b-e-l-l-e-z-z-a.
Gli antichi Siculi, che erano pastori ed agricoltori, avevano fondato i loro centri comunitari sulle cime dei monti. 
I nuovi arrivati greci, che vivevano di commerci e di attività artigianali, scelsero per la fondazione delle proprie città le zone costiere ove immediatamente realizzarono i porti, punti di approdo ma anche di partenza verso altre colonie da impiantare in ogni dove, nel Mediterraneo.
I Siculi fecero propri i modi degli Elleni, acquisendone immediatamente soprattutto la lingua. Da Siculi che erano divennero "Sicelioti", una derivazione dei greci, o  meglio, divennero greci di Sicilia.        (Diodoro Siculo, libro V, cap. VI).