StatCounter

sabato 26 novembre 2016

Hanno detto ... ...

Per oggi diamo voce a quelli del SI
PIETRO ICHINO giurista, giornalista e politico

Se la riforma costituzionale viene confermata, d'ora in poi non occorrerà più l'intesa Stato-Regioni: la legge dovrà avere il sì del Senato.
Con la riforma costituzionale le Autonomie Locali si esprimeranno in modo trasparente a maggioranza, e non occorrerà più l'unanimità delle Regioni

GENNARO MIGLIORE, parlamentare pd

La legge elettorale non c'è perché deve essere fatta dopo l'approvazione della Riforma. Decideranno i cittadini chi sarà senatore.

FRANCO BASSANINI, già parlamentare e ministro

È un buon esempio per capire quanto sia importante la riforma costituzionale, ancora non in vigore. Ma anche occasione per ripensare qualche punto critico.

STEFANO CECCANTI, costituzionalista

Tutte le regioni tranne il Veneto avevano espresso il consenso alla riforma Madia col parere e invece servirebbe l'Intesa..
Passa il principio che basta una regione per bloccare una riforma in una materia concorrente

FRANCESCA ROSA, professore di Diritto Pubblico Comparato

Ma se questa è la riforma costituzionale voluta dalla finanza internazionale come mai The Economist si è schierato contro?