StatCounter

mercoledì 5 ottobre 2016

Economia. Nel mondo globalizzato ... la democrazia

RIFLESSIONI INUTILI

la distribuzione iniqua del reddito mondiale
Il premio Nobel Joseph Stiglitz (2001) nel su testo fondamentale di Economia "La globalizzazione e i sui oppositori" denuncia che i potenziali benefici che l'attuale processo di globalizzazione e di libero mercato -forse- producono non arrecano alcun benessere all'umanità complessivamente intesa in quanto"sfumano" a causa dell'attuale conduzione liberista dei governi del pianeta che tutela gli interessi dei pochi a scapito di quelli dell'intera popolazione mondiale. 

La globalizzazione, sotto la regia del liberismo, implica cambiamenti profondamente strutturali bella distribuzione del reddito, della ricchezza e del potere, sia tra i differenti Paesi e regioni, sia all'interno di ciascun paese, e la tendenza è verso squilibri sempre maggiori accompagnati dalla perdita di ruoli e funzioni delle forze sociali.
Stiamo andando verso orizzonti di diseguaglianze crescenti e contemporaneamente  verso il disfacimento della coesione sociale.