StatCounter

domenica 28 agosto 2016

La riflessione di Gjovalin ... 28.08.2016

La Corruzione e la scorrettezza dilagano
nel nostro Paese

La complessità delle relazioni spesso rende necessario avvicinarsi pericolosamente a comportamenti immorali, illegali, cialtroneschi.
Se non vengono riconosciuti in tempo come tali, essi ci assorbono e ci plagiano,  fino a divenire irriconoscibili per tramutarsi in prassi.
Ogni cosa è ambivalente, e spesso ciò che sembra giusto in generale non lo è più nel particolare.

Gli uomini devono pertanto essere educati al valore della libertà, dell’indipendenza di giudizio, dell’importanza del proprio contributo a realizzare la giustizia per quanto possibile.

Debbono essere resi autonomi e non trattati come soggetti passivi, felici di apprendere che la giustizia conviene, che il bene comune è garanzia del bene individuale, che l’equivoco tra peccato e reato va superato definitivamente. Che l’ipocrisia è il peggiore dei mali.

La vera emancipazione, la vera crescita, non è un fatto meramente economico ma civile, culturale.
Il vero progresso dipende dal cuore di ogni singolo individuo, dalla sua cultura, dalla sua reale indipendenza, dalla consapevolezza delle sue responsabilità verso se stesso e verso gli altri.