StatCounter

lunedì 15 agosto 2016

Chiesa Bizantina. Così viene attestata quella di Piana degli Albanesi

Può una chiesa attestata bizantina, 
trasformarsi -in via di fatto- in romana ? 

I cattolici non vanno riconosciuti solamente in coloro che praticano il rito romano.
La Chiesa cattolica, volendo fare ricorso al linguaggio giuridico/politico, può essere immaginata come una Confederazione di Chiese (sono 23), di cui sicuramente la chiesa romana (col suo rito latino) è in assoluto la maggiore ed ovviamente la più "visibile".

Esistono quindi altre chiese minori, Chiese con vari gradi di autonomia, e che sono parte della Confederazione cattolica, al cui vertice sta la figura del Papa.
I vescovi delle Chiese non latine, quelle orientali, prima di insediarsi promettono ubbidienza al Romano Pontefice; i vescovi latini oltre che ubbidire al Papa sono sottoposti alla Sede Apostolica e a questa promettono fedeltà.
Per Sede Apostolica s’intende non solo il Romano Pontefice, ma anche la Curia romana. 
Questa diversa modalità di rapportarsi a Roma segna, in teoria e purtroppo solamente in teoria, una grandissima differenza.

Il Vescovo di una chiesa orientale, in teoria, non è un sottoposto alla Congregazione Orientale. 
Dovrebbe essere in questa
immagine racchiusa
l'identità unificante
dei cattolici (e dei
cristiani) ma la
Congregazione Orientale,
invece di rispettare
le diversità fra
chiese e riti,
vuole ben altro:
l'assimilazione al rito
ritenuto standard.


Da qui l'uso di tuniche
alla ... casalinga,
paramenti alla latina,
 liturgia in italiano,
 divieto all'uso del greco
o dell'arbëresh,celebrazione rivolte
verso il popolo,
accorciatura di
riti troppo lunghi al
punto da sembrare
"missi di greci".

La Congregazione
Orientale

sbaglia !  
Questa dovrebbe essere la custode del Codice delle Chiese Orientali e degli Atti Sinodali e -a nostro inutile parere- dovrebbe riguardarsi dal modificare con semplici letterine di cinque righe -prive di argomentazioni-, i deliberati sinodali di ciascuna chiesa "confederata" già elaborati, approvati, pubblicati e resi noti ai fedeli. 
Sarebbe doveroso -quando essa purtroppo concede deroghe in favore del rito romano- rendere noto ai fedeli il perchè ciò avviene; dovrebbe pure poter scrivere ai fini della trasparenza tecnico-giuridica, ad esempio, "perchè il prelato ..xy...è asciutto sul rito orientale a cui è stato destinato" oppure ...


Gesuiti e Domenicani che da sempre reggono la Congregazione Orientale, convinti di essere padroni in materia di dottrina, liturgia, tradizione e "potere politico", concedono le facoltà a nome della Sede Apostolica in favore dei prelati, sempre e solamente, a beneficio del rito romano. 
Lo fanno in cinque righe e senza lo scrupolo di ricorrere a motivazioni e argomentazioni. 
Eppure non si tratta di articoli ... di fede.

Quali sono allora le chiese che aderiscono alla Confederazione Cattolica ?


  • Chiesa latina, che comprende al suo interno sia il rito romano sia quello ambrosiano e altri riti, ed è la chiesa in cui il papa svolgeva fino a non molto tempo fà anche la funzione di Patriarca d'Occidente.
  • Chiesa cattolica armena;
  • Chiesa cattolica caldea e siro-malabarese;
  • Chiesa cattolica copta ed etiope
  • Chiesa Cattolica Greco-Melkita;
  • Chiesa cattolica maronita;
  • Chiesa cattolica sira e siro-malankarese;
  • Chiese greco-cattoliche:
    • albanese;
    • bielorussa;
    • bulgara;
    • croata;
    • greca;
    • italo-albanese (Lungro, Piana degli Albanesi, Abazia di Grottaferrata, quest'ultima rivendica la sua natura e tradizione italo-greca pur essendo guidata dai benedettini);
    • macedone;
    • rumena;
    • russa;
    • rutena;
    • serba;
    • slovacca;
    • ucraina;
    • ungherese.