StatCounter

sabato 9 luglio 2016

Con le immagini ... ... è più facile

C'è la crisi economica,
ma, adesso, sta per aggiungersi
la crisi della finanza.

Però a monte potrebbe sussistere
la vera causa di tutto:
l'inconcludenza delle classi dirigenti

I grandi istituti bancari del Nord Europa hanno più del 20% del loro attivo in derivati. Lo evidenzia un'analisi della Cgia sui dati dell'Autorità Bancaria Europea relativi a marzo per le banche finlandesi, inglesi e tedesche. 
In Italia la quota è del 5,3%, meno della metà rispetto alla media Ue (12,9%). "Non è da escludere - sottolinea la Cgia - che i derivati possano rappresentare un rischio sistemico, specie in questa fase di turbolenza".

E l'Itala ?