StatCounter

martedì 7 giugno 2016

Hanno detto ... ...

ROBERTO GIACCHETTI, candidato sindaco pd a Roma
“Io penso che il 17% del PD, che è comunque un risultato importate rispetto a come stavamo qualche mese fa, è il risultato di un passato che pesa, delle responsabilità in mafia capitale ma anche della amministrazione di questi tre anni di Marino. Sarebbe ingiusto attribuirlo a Renzi. Gazie a chi mi ha dato fiducia, questo è il punto di partenza”.

MATTEO RENZI, premier
"Come ai vecchi tempi, il giorno dopo le elezioni hanno vinto tutti. Tutti sorridono davanti alle telecamere per dire che loro sì che hanno trionfato, signora mia. Spiacente, io non sono fatto così. E l'ho detto chiaro: non sono contento, avrei voluto di più. Non sarò mai un pollo di allevamento della politica che ripete le stesse frasi banali ogni scrutinio"

LUIGI DI MAIO, deputato M5S
 «È finita la storiella del voto di protesta, degli incompetenti. Gli italiani adesso ci riconoscono un ruolo di governo».

VIRGINIA RAGGI, candidata sindaco M5S a Roma
«È un momento storico»
«I romani hanno fatto intendere di non credere più negli slogan. Hanno dato fiducia a un movimento che ha presentato un progetto di governo serio e responsabile». 
«I romani sono pronti a voltare pagina e io sono pronta a governare. Il vento sta cambiando».