StatCounter

mercoledì 1 giugno 2016

Dichiarazione redditi. Alcuni chiarimenti

730 precompilato e Unico Persone Fisiche

Si avvicinano le scadenze per la presentazione della dichiarazione dei redditi 2016 per l’anno di imposta 2015. 
Il modello 730 (ordinario o precompilato compete ai lavoratori dipendenti e ai pensionati, anche con redditi di terreni e fabbricati, redditi di capitale, redditi da lavoro autonomo senza partita Iva e redditi diversi). 
Il modello Unico Persone Fisiche è destinato -in linea generale- ai contribuenti che devono presentare più dichiarazioni fiscali, ovvero quelli tenuti alla presentazione sia della dichiarazione dei redditi che alla dichiarazione Iva.
Il modello 730 ordinario può essere presentato al sostituto d’imposta che presta l’assistenza fiscale, al Caf (centro di assistenza fiscale) o al professionista abilitato. La scadenza per la presentazione è fissata al 7 luglio.
Il modello 730 precompilato, viene messo a disposizione dei contribuenti con reddito da lavoro dipendente o assimilati dall’Agenzia delle Entrate e può essere accettato o modificato.  Anche in questo caso la scadenza è fissata al 7 luglio.
Il modello Unico Persone Fisiche 2016 deve essere presentato, in via telematica, entro il 30 settembre. I contribuenti che possono ancora presentare la dichiarazione in forma cartacea presso gli uffici postali, devono farlo invece tra il 2 maggio e il 30 giugno.
^^^^^^^^^^^
Il modello 730 precompilato può essere presentato direttamente, tramite il sito internet dell’Agenzia delle entrate, o indirettamente, tramite il sostituto d’imposta che presta l’assistenza fiscale, il Caf o un professionista abilitato. I lavoratori dipendenti privi di un sostituto d’imposta che possa effettuare il conguaglio devono necessariamente presentare il modello a un Caf o a un professionista abilitato. Se si sceglie di presentare la dichiarazione dei redditi con modello 730 precompilato bisogna innanzitutto indicare i dati del sostituto d’imposta che effettuerà il conguaglio. In secondo luogo si deve compilare la scheda per la scelta della destinazione dell’8, del 5 e del 2 per mille dell’Irpef (anche se non esprime alcuna scelta). 
Se, invece, alcuni dati risultano non corretti o incompleti, il contribuente è tenuto a modificarlo o integrarlo. Dopo la presentazione, nella stessa sezione del sito viene messa a disposizione la ricevuta di avvenuta presentazione.
Per quanto riguarda il 730 ordinario, invece, il modello può essere presentato con le stesse modalità previste per il 730 precompilato al sostituto d’imposta che presta l’assistenza fiscale, al centro di assistenza fiscale o al professionista abilitato.

I contribuenti sono obbligati a presentare il modello Unico Persone Fisiche 2016 direttamente per via telematica, per via telematica tramite intermediario abilitato (professionisti o Caf), o agli uffici postali. Se si decide di trasmettere telematicamente la propria dichiarazione bisogna utilizzare i servizi Entratel o Fisconline in base ai requisiti posseduti per il conseguimento dell’abilitazione. 

Chi sceglie di trasmettere direttamente la propria dichiarazione deve utilizzare il servizio telematico Fisconline se obbligato a presentare la dichiarazione per se stesso o per altro contribuente di cui abbia la rappresentanza (minore, deceduto, tutelato), se obbligato a presentare la dichiarazione dei sostituti d’imposta in relazione ad un numero di soggetti non superiore a venti o, terzo caso, se non è tenuto a presentare la dichiarazione dei sostituti d’imposta.