StatCounter

giovedì 19 maggio 2016

Hanno detto ... ...

CARLO ALBERTO TREGUA, direttore del QdS
Distinguere le imprese che hanno futuro da quelle che non ne hanno così da destinare i sostegni per la crescita e non per la decrescita. 

Inutili e dannosi quei contributi dati a imprese ormai decotte, che non si sono innovate, che non hanno capito come funziona il mercato.

La funzione del contributo pubblico è quella di pubblica utilità, per esempio, nel campo dell'informazione per sostenere editori minori.

CARMELO BARBAGALLO, segretario generale Uil
“Se mi si chiede che penso dei 14 miliardi di flessibilità che ci concede Bruxelles, dico che sono pochi e sono anche a debito. Non si può continuare così. Bisogna cambiare la filosofia economica dell’Europa. Se si deve sempre pregare la Commissione europea, si può anche morire di austerità. Non mi sembra proprio la strada giusta”.
“Renzi ci dice di guardare a quello che ha fatto Obama per rilanciare l’economia, ma poi si piega ai voleri della Merkel. Così non funziona. In Germania hanno appena firmato l’accordo con l’IG Metall (il sindacato dei metalmeccanici, ndr) per un aumento medio dei salari del 4,8% mentre il Governo farà crescere pensioni e stipendi dei dipendenti pubblici per ridare potere di acquisto ai tedeschi. Allora se vogliamo davvero guardare alla Germania, dobbiamo cominciare a dire a Federmeccanica che ha sbagliato strategia. E poi dobbiamo dire al nostro Governo che bisogna smetterla di fare interventi settoriali”.