StatCounter

venerdì 13 maggio 2016

Contessa Entellina. E' tempo di valorizzare i nostri produttori ed i nostri prodotti; essi riflettono la nostra Storia e la nostra cultura

LETTERA APERTA di Maria e Salvatore VERARDO
Contessa Entellina, il nostro paese (Hora), è identificata -diversamente  dai paesi limitrofi- come oasi etnica e come peculiare piccola Comunità, grazie soprattutto per l'appartenenza alla cultura e al pensare siculo-albanese.
Appartenenza che discende da antiche tradizioni etnico-religiose, dalla lingua arbëresh, dai costumi sfarzosi e riccamente elaborati, dalle ricette gastronomiche specifiche ed espressione di un antico ingegno artigianale quale quello che riscontriamo nella produzione:
- del pane di S.Giuseppe,
-dei panini di S. Nicola,
-dei “pasti” e dei “pupi natalizi”,
-dei biscotti locali ..
-e dei dolci di qualsiasi tipo, anche di quelli che caratterizzano la pasticceria siciliana in generale.
In questi ultimi giorni alcuni “post su f.b.”  hanno messo da parte, valore e  ricchezze delle nostre specificità locali per evidenziare le “diversità” del mondo limitrofo ed esterno alla nostra gastronomia e alle nostre tradizioni, puntando senz'altro a recare divisioni all’interno della nostra piccola Comunità e all’interno del paese che sicuramente non ne esce bene nell’immaginario collettivo  (..e senza contare le fastidiose, ma possibili, procedure di tutela giudiziaria e le sempre ricorrenti strumentalizzazione politiche).
Sappiamo bene che in questo nostro mondo è umano sbagliare;  noi (marito e moglie) operatori artigianali e commerciali abbiamo preso atto di successive note  “puntualizzanti” e miranti a “precisare”, e tuttavia rivolte a cerchie "ristrette" di lettori piuttosto che alle medesime precedenti generalità dei lettori.
Noi, coniugi che sottoscriviamo questa nota, auspichiamo che in prosieguo le autorità amministrative locali ed i dirigenti della cosa pubblica locale coinvolgano nelle successive iniziative di valorizzazione della nostra Comunità e delle nostre Tradizioni tutte le ditte locali (che ovviamente posseggano i requisiti) al fine di accrescere e valorizzare la loro esperienza, il loro amore per il lavoro e per consentire che le produzioni locali vengano sempre meglio conosciute ed apprezzate -frutto delle ricette originali e di quelle elaborate dai Maestri delle scuole e dei laboratori di appartenenza-.
Con l’occasione della pubblicazione di questo “post” ci piace ulteriormente  specificare che  i nostri prodotti sono tutelati dall'identificazione  
-“Artigiano”, al codice Ateco 10.71.10 
-PASTICCERIA - Laboratorio produzione in Panetteria e da prodotti da forno freschi,  codice Ateco 56.10.30. .  
Maria e Salvatore VERARDO.