StatCounter

giovedì 31 marzo 2016

Lavoro Autonomo: Quanto è facile essere a posto col fisco

Da oggi le banche hanno cominciato a fornire all'Agenzia delle Entrate tutti i dati utili ad essa, a cominciare quindi dai movimenti bancari.
L'biettivo è quello di contrastare l'evasione fiscale.

Potranno essere analizzati da parte del fisco le entrate, le uscite ed i movimenti giornalieri, oltre che ovviamente il bilancio di inizio e fine anno.
La stima che gli economisti  fanno è che gli italiani ogni anno evadono almeno 50 miliardi di euro. 

Da oggi 31 marzo le banche e le poste trasmetteranno i dati all'Agenzia delle entrate (saldi e movimenti bancari effettuati dagli italiani nel 2015 attinenti conti correnti, assegni, carta di credit e cassette di sicurezza). 
Rispetto alla precedente normativa del 2011 sui saldi sono attivati anche i dati di giacenza media che consentono di calcolare i costi medi di ogni italiano.  

Tutti i conti correnti rientrano nell'ottica fiscale, ma ovviamente saranno analizzabili particolarmente quelli dei lavoratori autonomi e dei titolari di redditi di impresa. 
Non saranno, o meglio non dovrebbero essere, immaginabili  prelievi non contabilizzati, ossia quelli di cui non si conosce il beneficiario, poichè ad ogni prelevo dai conti aziendali necessiterà sempre un motivo.