StatCounter

domenica 28 febbraio 2016

Pensioni d'oro. Nessuna scure su di esse

In questi giorni sui media si parla del Cardinale Bagnasco, non per la sua attività "cristiana", ma per essere un beneficiario del buon cuore della Repubblica Italiana.
Si legge che costui incasserebbe mensilmente un vitalizio -a carico dei contribuenti italiani- fuori misura. 

E' la solita storia delle caste: devono gravare sul denaro pubblico.

Bagnasco come troppi altri non avverte nessun disaggio a far parte delle caste privilegiate ?
E' possibile continuare su questo piano ? E' -per lui- facile predicare il Vangelo a chi vive con redditi irrisori ?

Tutti i componenti delle caste (politiche, religiose, burocratiche …) di questo paese versano pochi contributi e riscuotono pensioni d'oro. 

Il cardinal Bagnasco  secondo notizie persistenti che girano sui media,  mai smentite, prenderebbe 4mila euro al mese per il suo servizio come arcivescovo ordinario militare. 
I giornali (è giusto ribadirlo) finora non hanno riscontri diretti al riguardo. E' certo –comunque-  che se fosse confermata la notizia, sarebbe incredibile: Bagnasco, infatti, ha portato le stellette soltanto per 3 anni, scrive Mario Giordano. 

Com'è possibile maturare 4mila euro al mese con soli 3 anni di contributi versati?