StatCounter

sabato 5 dicembre 2015

San Nicola di Mira. Patrono di tre paesi arbëresh di Sicilia

Domani, domenica 6 Dicembre, nei paesi arbëresh di Sicilia (Palazzo Adriano, Mezzojuso e Contessa Entellina) verrà ricordato il santo patrono, San Nicola di Mira.

In tutti e tre i paesi il Santo Vescovo bizantino è stato scelto, così viene raccontato secondo la tradizione,  come Patrono sin dalle origini della loro fondazione in quanto protettore della nobile famiglia albanese Reres, due esponenti dei quali comandavano la squadriglia di uomini armati inviati da Giorgio Kastriota in aiuto degli Aragonesi i cui domini nell'Italia Meridionale ed in Sicilia erano insidiati dagli Angioini. 
Quei soldati albanesi dopo che per due anni presidiarono le coste dell'isola nei pressi di Mazara del Vallo tornarono in Albania, tuttavia ad una parte consistente di essi fu proposto di proseguire il servizio militare e pure il servizi civile nei feudi dei signori che allora avevano il dominio sulle zone ove oggi sorgono i tre paesi. 
In onore dei loro comandanti, i fratelli Reres, le nascenti comunità -a cui in seguito si aggiunsero altri profughi albanesi in fuga dalla loro patria per l'avanzata dei turchi- furono poste sotto la protezione di San Nicola.

Chi fu San Nicola ?
Dal punto di vista storico le notizie che lo riguardano sono piuttosto frammentarie. Pare che visse nell'Impero Romano sotto il governo di Costantino e che in quanto vescovo partecipò al primo Concilio Ecumenico della Chiesa svoltosi a Nicea nel 325.
Nacque a Pataro, in Licia (attuale Turchia), e fu vescovo di Mira, cittadina nella stessa regione in cui nacque.
A Mira le sue reliquie furono venerate da subito dopo la sua morte,  finché non sopraggiunse l'occupazione dell'intera Anatolia da parte dei turchi. 
Vennero allora poste in salvo da 62 soldati, devoti corsari della città di Bari. E il 9 maggio del 1087, con immensi onori, furono poste nella celebre, vetusta cattedrale del grande porto pugliese, e Bari divenne il centro del culto di San Nicola, patrono, tra l'altro, della Russia.