StatCounter

lunedì 26 ottobre 2015

Contessa Entellina. Ristrutturazione dell'asilo nido, in via Palermo


La ristrutturazione dei locali di via Palermo, adiacenti alla scuola materna, è stata curata sul piano progettuale dal geom. Gioacchino Lala ed approvata dalla Giunta il 21 gennaio del 2013. Attualmente sono in corso di esecuzione le relative opere.

Il finanziamento di €. 476.568,34 ricade a carico del Dipartimento delle Famiglie e delle Politiche Sociali. 

L'importo dei lavori, a cui si aggiunge il co-finanziamento del Comune di €. 48.318,00, e' stato conferito per l'esecuzione in appalto, previo gara, all'impresa Raicost srl per € 260.230,80 (col ribasso del 35,74%).



L'ultimazione dei lavori avrebbe dovuto avvenire entro sei mesi dalla data di consegna dei lavori ossia dal 27 marzo scorso, ma il direttore dei lavori ha avvertito la necessita' di una perizia di variante, che come da prassi ha implicato la sospensione dei lavori e conseguentemente un maggior costo dell'opera, ridefinita in €. 293.077,70.
La Giunta Municipale ha approvato la nuova ridefinizione in linea amministrativa il 16 luglio scorso.




I lavori in seguito alla perizia di variante dovrebbero essere conclusi entro il 4 dicembre.
All'Albo del Comune e' in questi giorni pubblicata la determina di liquidazione del 1' stato di avanzamento all'impresa pari ad €. 98.241,47, corrispondenti alle opere eseguite fino ad i primi di settembre.
Riflessione

Perchè il denaro pubblico speso per questa opera non venga nei prossimi mesi catalogato fra gli sprechi della politica, sarebbe bene che i contessioti ci regalassero una esplosione demografica per i prossimi mesi. 
Ormai a Contessa siamo abituati a cali (o crolli) demografici, purtroppo. 
Crolli nelle nascite di bimbi e accrescimento costante nei flussi migratori.

Suppongo che torneremo a discutere sul denaro speso in quest'opera di via Palermo mentre tantissime strutture ed infrastrutture pubbliche crollano; crollano pure quelle ultimate ... ieri (vedi .... via Gassisi) per incapacità a destinarle a proficuo uso.