StatCounter

domenica 27 settembre 2015

L'Occidente, il post-moderno della dimenticanza, gli altri --n.10--

In questa rubrica ragioniamo intorno alla logica che governa il nostro mondo, l'Occidente.

29) Le scienze sociali ai nostri giorni sono dominate dalla sociologia di Max Weber. 
L'analisi delle strutture civili entro cui viviamo procede secondo tipi ideali dove sempre ritroviamo opposte 
-le società moderne e razionali 
-le società "carismatiche" o magiche, dove dominano la religione, i legami di famiglia, la figura carismatica di un capo patriarcale.
  
30) Weber ha fatto della Storia dell'Occidente moderno una storia del "disincanto" del mondo, della sua uscita dal mondo magico della religione.
Dalle premesse weberiane e da come l'Occidente è oggi visto dai popoli Orientali e Medio-Orientali si ricava che la nostra "civiltà" tecnologica è retta dalla corrente di pensiero 
-del disincanto
- dello sradicamento
- della perdita delle origini
- della paura del declino e della decadenza.
In poche parole nel cuore dell'Europa è stata "istituzionalizzata la melanconia".

*Karl Emil Maximilian Weber (21 aprile 1864 – 14 giugno 1920) è stato un economistasociologofilosofo e storico tedesco.