StatCounter

sabato 26 settembre 2015

Contessa Entellina. Giovani artisti contessioti espongono nei locali della Biblioteca Comunale

Tanta gente a Contessa è solita sospirare "In questo paese non c'è nulla da fare, mancano le opportunità ed i luoghi di incontri, di relazioni e di confronto".
Così non è,  non lo è in senso assoluto; però nell'espressione è racchiuso bene lo stato di insoddisfazione che caratterizza tanti contessioti, e verosimilmente caratterizza in parte lo stato di relativo isolamento geografico e stradale del nostro paese. Caratterizza pure il grave momento socio-economico che la nostra comunità locale attraversa con i giovani che appena ultimato il corso scolastico emigrano in cerca di lavoro e quando riescono a soddisfare il bisogno di disporre altrove di un reddito continuativo chiamano  là altri congiunti e spesso pure i genitori già anziani.  

Istituzione Preziosa
Da alcuni anni la Biblioteca Comunale intestata a Padre Lorenzo Tardo è situata in Via Palermo accanto all'Edificio delle Scuole Elementari. 
Resta aperta dalle 10,oo alle 14,oo e poi dalle 17,oo alle 19,oo (dal Lunedì al Venerdì) e dispone di vasti spazi bene suddivisi per l'allocazione di alcune migliaia di libri e per ospitare Convegni e/o incontri artistici, culturali e pure di promozione del territorio.

Questa antica istituzione contessiota attualmente è animata da Antonella Guzzardo che ha dato finalmente alla Biblioteca il ruolo di Servizio Pubblico regolare e continuo oltre che l'evidente tocco femminile agli ambienti che ospitano i tanti libri, compresi quelli preziosi perchè storici, provenienti dalla Abazia di Santa Maria del Bosco.

Prima dell'arrivo di Antonella tutti gli incaricati dell'Istituzione, dal primo Novecento, erano stati uomini, volontari, che dedicavano un paio di ore la settimana per consentire ai fruitori il "servizio di prestito e restituzione libri".

Il Percorso d'Arte, da visitare dal 24 settembre e per un mese
Il 24 Settembre nei locali della Biblioteca Comunale, all'interno del ciclo L'Angolo dell'Incontro Culturale, è stato inaugurato, grazie all'impegno di Antonella sostenuta per l'occasione dalla ben conosciuta in paese professoressa Mimma Guzzardo, un percorso d'Arte denominato "I Colori della Vita" i cui protagonisti sono tutti giovani artisti locali, contessioti quindi.
Nel testo manoscritto qui sopra riportato è la stessa professoressa Mimma Guzzardo a tratteggiare il "Percorso". Noi ci limitiamo a fornire solamente qualche lineamento col solo fine di stimolare l'interesse dei lettori  perchè si rechino in Biblioteca per giudicare di persona le opere dei nostri giovani concittadini.


GABRIELLA D'AGOSTINO
espone alcuni sui quadri di Patch Work su polisterolo
















VINCENZO ALONGI
espone opere dai colori graffianti e pure dipinti su tavole 











BRUNO VINCENZO
espone dipinti con temi vari, da quelli impegnati sulla Shoah, a quelli religiosi a quelli di personaggi (a noi contessioti facilmente noti)








BRUNO VINCENZO


















FOTOGRAFIE DI ESTATICI DELLA NATURA

 COLLETTI IRENE
MONTALEONE CAROLINA













LO CASCIO GIOACCHINO GIOVANNI













CALVACANTE CRISTINA