StatCounter

lunedì 21 settembre 2015

Contessa Entellina. Arriverà un tempo quando si scoprirà che la Storia locale merita di essere valorizzata

Cultura e turismo sono (ma in Sicilia si deve dire; dovrebbero essere) una valida opportunità per creare nuovi posti di lavoro, soprattutto tra i giovani. 
Lo diciamo tutti, lo dicono tutti: la cultura e il turismo come fattori di sviluppo. Però niente si muove.

Cultura e turismo possano essere una opportunità, anche a livello locale, utile per far ripartire l'economia.
Cosa serve ?  
Serve primariamente che i contessioti conoscano se stessi, la propria storia. 
Dopo che avranno imparato ad essere orgogliosi della propria Storia sapranno cosa fare, sapranno come mettere a frutto se stessi e la loro realtà. 
Sapranno organizzare mostre e sapranno mettere in campo iniziative culturali che facciano conoscere siti archeologici, beni ambientali, storia arbëresh, storia feudale della Sicilia, il tutto finalizzato al turismo. 

Solamente dopo che queste sfaccettature culturali saranno conosciute, amate e valorizzate per sè stessi i contessioti potranno offrirli al mondo circostante. Potranno pure esigere progetti regionali che interessino l'intero territorio comunale ed il contesto territoriale più ampio della Sicilia Occidentale. 

Solamente dopo che i contessioti capiranno di possedere ricchezze materiali e soprattutto beni immateriali notevoli; dopo che apriranno animo ed occhi su ciò che oggi non avvertono e nemmeno scorgono, solamente allora (ma potrebbe essere troppo tardi), potranno scoprire che anche una "banale" idea come quella di istituire un percorso gastronomico alla riscoperta dei paesaggi e dei sapori della Contessa feudale del '500 e del '600 potrebbe creare occasioni di lavoro.

Fino a quando Contessa del '500 e del '600 resterà sconsciuta agli stessi contessioti di oggi, non ci sarà nulla da fare.