StatCounter

lunedì 6 luglio 2015

La riflessione di Gjovalin ... . 06.07.2015

Il furbo (dal francese fourbir, rubare) conosce probabilmente meno delle 200 parole usate in media dalla gente comune, lavora molto meno dell’ingenuo, si disinteressa della politica e possibilmente la usa a fini corruttivi,  è convinto che non vi siano apprezzabili differenze tra i partiti e gli uomini che ne fanno parte.

Abbiamo conosciuto personaggi nazionali e locali (qui, di casa nostra, a Contessa) che con disinvoltura in pochi anni hanno attraversato Rifondazione Comunista, Forza Italia, Udc, Pd ed un'altra serie di formazioni del centro-destra.

Ancor meno lo interessa la religione ed ha derubricato i sacramenti ad oppurtuni passaggi sociali (battesimi, comunioni e cresime al ristoro Calatamauro).

E’ refrattario ai problemi ambientali.