StatCounter

mercoledì 20 maggio 2015

L'Occidente, il post-moderno della dimenticanza, gli altri --n.3--

I movimenti fondamentalisti (o islamisti ?)
Storia di fine Novecento
8) La novità che spaventa il cosiddetto Occidente è che, dopo gli anni settanta del Novecento, all'indomani della guerra arabo-israeliana del 1973 e soprattutto dopo la vittoria in Iran della rivoluzione khomeinista (1979) e contemporaneamente all'appoggio offerto dagli Usa tramite l'Arabia Saudita wahabita ed il Pakistan al movimento afgano di resistenza contro l'invasione sovietica, i movimenti islamisti impongono un mutamento d'orizzonte alle loro prospettive.
La circostanza che gli Stati Uniti abbiano vinto la "guerra fredda" contro l'Unione Sovietica, grazie anche ai fondamentalisti islamici, non ha molto giovato ad un nuovo rapporto disteso col mondo arabo. Ed i germi del malessere cominciano a provenire proprio dal più importante alleato Usa in Medio Oriente, l'Arabia Saudita.
Questo paese non ha mai condiviso la vittoria sciita in Iran (i khomeinisti) ed ha avviato una vastissima azione di proselitismo wahabita in tutto il mondo arabo e, stranoo ma vero, ha avviato un rapporto di diffidenza verso gli USA in seguito alla guerra del Golfo del 1991 e all'insediarsi di reparti americani nel "sacro" suolo d'Arabia.

Gli eventi "inimmaginabili" dell'11 settembre, l'azione militare dell'Onu voluta dal presidente Bush contro l'Afghanistan e poi il decorso della vicenda irachena costituiscono anelli di un processo verso nuovi equilibri mondiali.
Equilibri difficili da raggiungere e di cui l'Europa mostra di essere spettatrice e contemporaneamente esecutrice di una politica decisa oltre Atlantico.
Per rendersene conto basta osservare la vicenda Ucraina. Nulla potrebbe e dovrebbe spingere gli stati del vecchio continente a provocare la Federazione Russa allargando i confini UE, Nato etc. fino a sotto le mura del Cremlino.
Eppure ...

Nuovi equilibri mondiali, quindi ! 

Riflessioni,
Interrogativi.
9) Quanto durerà il periodo di disordine e di pericolo per la PACE al fine del perseguimento dei nuovi "equilibri" ?
Quanti episodi di interferenza l'Occidente deve ancora provocare in Medio Oriente, tipo "Libia", "Siria" ... ?  
Chi soffia sullo scontro di civiltà ?