StatCounter

venerdì 20 marzo 2015

Storia e cronistoria della Parrocchia di Piano Cavaliere (1) ... ... di Calogero Ravitta

Quando occasionalmente mi è stato chiesto se la parrocchia di Piano Cavaliere è di rito latino o di rito greco, ho preso in considerazione la domanda senza dare una risposta immediata definitiva, limitandomi alla citazione di alcuni eventi religiosi ed ecclesiastici, che hanno direttamente ed indirettamente caratterizzato la vita della comunità locale sia in ambito parrocchiale sia in ambito politico-amministrativo.
L'ampio spazio già dedicato ai borghi ERAS in generale ed al borgo Piano Cavaliere in particolare con vari testi riportati nel 2014 (blog dell' 11 aprile, del 10, 11, 26 e 30 giugno) e quanto di seguito riportato potranno risultare utili per meglio conoscere alcuni eventi, legati alla costituzione della parrocchia di Piano Cavaliere, che, nel periodo 1952 -1960, hanno caratterizzato la storia, non solo religiosa, di Contessa Entellina.

Cronologia degli eventi della parrocchia di Piano Cavaliere (1952 - 2010)
01/08/54         Mons. Giuseppe Perniciaro, vescovo di Piana degli Albanesi benedice         il nuovo             borgo Piano Cavalier (consegnate le case agli assegnatari).
01/05/55         Mons. Carpino visita i borghi Eras di Contessa Entellina.
15/05/55         P. Giuseppe Clesi inizia a celebrare la S. Messa a Piano Cavaliere.
17/06/55         Papas Jani Di Maggio celebra la Divina Liturgia a Piano Cavaliere
07/08/55         Papas Jani Di Maggio  celebra la messa         nel borgo Roccella.       
18/08/55         Prima festa del borgo Piano Cavaliere: S. Messa celebrata da padre    Clesi;  portata in processione immagine della Madonna del Balzo.
07/10/56         Si manifestano contrasti tra greci e latini per la processione a Piano       Cavaliere, svoltasi regolarmente; portata in   processione la statua              della Madonna     "Regina del Mondo".
Anno 1958     Istituita nel borgo Piano Cavaliere la Parrocchia “Regina del Mondo”.
Anno 1959     Papas Giovanni Di Maggio comincia a celebrare la Divina Liturgia         festiva nel borgo Roccella.
Anno  1959    P. Giuseppe Clesi é nominato parroco della chiesa di Piano Cavaliere.
Anno 1967     Papas Gaspare Schirò  nominato parroco di Piano Cavaliere.
29/07/75         Muore a Contessa papas Garspare Schirò.
1975\1977      Papas Nicola Schirò di Palazzo Adriano assicura le celebrazioni nella              parrocchia di Piano Cavaliere fino alla nomina del nuovo parroco.
21\08\1977     Papas Giovanni Borzì, sacerdote di rito bizantino, nominato parroco              della Chiesa di Piano Cavaliere
18/01/81         Aperto al pubblico il centro parrocchiale “Fusha” a Piano Cavaliere.
17.11.1985     A papas Nicola Cuccia, sacerdote di rito bizantino, viene affidata la       parrocchia di Piano Cavaliere, di cui prende possesso formalmente il                    10 gennaio 1986. 
Anno 1993     Nominato parroco della Chiesa Madre di Contessa Entellina, papas       Nicola Cuccia assicura l’assistenza religiosa ai fedeli di Piano                      Cavaliere come Amministratore parrocchiale.
Anno 2010     La parrocchia di Piano Cavaliere è affidata a papas Jani Stassi.
Religione, chiese, parroci, fedeli e parrocchia
Gli abitanti di Piano Cavaliere sono prevalentemente di religione cristiana. I fedeli, in parte di rito bizantino-greco ed in parte di rito romano, afferiscono tutti alla Chiesa Cattolica.
La  messa festiva viene celebrata ogni domenica e nei giorni festivi già dal 1955 dai sacerdoti di Contessa, in rito bizantino o in rito romano. La prima festa parrocchiale è celebrata il 18 agosto 1955 con messa solenne e processione con immagine della Madonna del Balzo.
Nel 1958 è istituita la parrocchia, dedicata alla Madonna “Regina del Mondo”, affidata a padre Giuseppe Clesi, nominato formalmente parroco nel 1959. La festa parrocchiale viene celebrata ogni anno ad agosto (seconda o terza domenica).
La chiesa parrocchiale, dotata di una comoda ed ampia casa canonica per l’abitazione del parroco, è circondata da un'area formalmente ceduta nel 1962 dall’Eras.
Di seguito sono riportati alcuni dati sui fedeli residenti nei borghi Eras:
Anno 1958 (anno di costituzione della parrocchia di Piano Cavaliere): 26 nuclei familiari e 121 persone.
Anno 1966: 93 persone raggruppati in 27 nuclei familiari stabilmente residenti nei borghi (86 a Piano Cavaliere e 7 a Cozzo Finocchio).
Nel mese di maggio 1980 risultano residenti stabilmente a Piano Cavaliere 99 abitanti, raggruppati in 27 nuclei familiari.
Anno 1984 - Sono 67 le persone, raggruppati in 20 nuclei familiari, residenti stabilmente nel borgo Piano Cavaliere.
Nell’anno 2002 dimorano stabilmente a Piano Cavaliere 74 persone, raggruppati in  26  nuclei familiari. In tale anno non risultano stabilmente residenti nuclei familiari nei borghi Castagnola e Roccella, mentre risultano residenti a Cozzo Finocchio pochissime persone ed a Pizzillo alcuni membri della Comunità Trinità della Pace. E' in corso una indagine per aggiornare i dati  al 2015.
I parroci di Piano Cavaliere fino ad oggi sono stati cinque: uno di rito romano (Giuseppe Clesi) e quattro di rito bizantino (Gaspare Schirò, Giovanni Borzì, Nicola Cuccia, Giovanni Stassi).
Padre Giuseppe Clesi, nato nel 1907 a New Orléans (USA), dove i suoi genitori erano temporaneamente emigrati, terminate le scuole elementari,compie gli studi ecclesiastici  nel seminario arcivescovile di Monreale.
Ordinato sacerdote dedica i primi anni all’insegnamento nella scuola del seminario di Monreale. Viene quindi nominato arciprete di Campofiorito, dove svolge la sua missione sacerdotale per qualche anno e quindi viene traferto a Contessa, dove collabora attivamente con l’anziano parroco di rito romano padre Antonino Garaci.
Morto il parroco nel mese di gennaio 1942, il vescovo di Monreale, con comunicazione del 19 gennaio 1942, lo nomina Rettore della parrocchia latina, in attesa della nomina del nuovo parroco.
Non essendo stato nominato parroco nel 1942 lascia Contessa per prestare servizio militare, come cappellano, sul treno-ospedale che trasporta, durante la seconda guerra mondiale, i militari feriti sull’itinerario Italia - Russia.
Finita la guerra collabora nella parrocchia latina di Contessa fino al 1958, quando inizia la sua attività pastorale nel nuovo borgo Piano Cavaliere, dove è nominato parroco della chiesa rurale dedicata alla Madonna Regina del Mondo.
Svolge la sua missione sacerdotale in tale parrocchia fino alla morte, avvenuta il 24 ottobre 1966.
Papas Gaspare Schirò, nato a Contessa Entellina il 10 giugno 1919 segue gli studi superiori prima nel Seminario Greco-Albanese di Palermo (1931-1936) e quindi nel liceo-ginnasio di Corleone. Ritorna al Seminario di Palermo dal 1941 al 1943, ma interrompe gli studi a causa della guerra, perché viene chiamato alle armi. Dopo l’armistizio viene fatto prigioniero e condotto in Germania, dove rimane fino al 15 settembre 1945. Torna al Seminario nel 1946, dove completa gli studi per essere ordinato sacerdote il 30 luglio 1950 a Contessa da mons. Giuseppe Perniciaro.
Prima di ricevere il sacramento dell’ordine si sposa con Gaetana Clesi e le nozze vengono benedette dal parroco papas Jani Di Maggio il 4 gennaio 1950
Svolge la sua missione sacerdotale a Contessa Entellina come cappellano comunale  e coadiutore del parroco papas Giovanni Di Maggio nella chiesa di rito bizantino, col quale tiene sempre un ottimo rapporto di collaborazione spontanea e reciprocamente rispettosa.
Insegna religione nella Scuola Media di Contessa Entellina, dove svolge anche le funzioni di vice-Preside.
Per alcuni anni collabora col parroco latino, mons. Antonino Lala, che, per motivi di salute, non può svolgere tutti gli adempimenti parrocchiali.
Nel 1959 compie un viaggio negli U.S.A., in particolare a New Orléans, dove incontra numerosi contessioti ivi emigrati.
Viene ufficialmente nominato parroco di Piano Cavaliere il primo maggio 1967, dove svolge la sua missione pastorale fino alla morte, avvenuta il 29 luglio 1975.
Molti lo ricordano come uomo semplice e cordiale molto legato alla famiglia (moglie e tre figli), altri come docente esigente ed altri ancora come confessore preferito per la sua esperienza di coniuge e genitore. Un uomo che seppe conciliare la missione di sacerdote con quella di marito e di padre sicuramente con impegno, certamente con sacrifici personali ma soprattutto con l’aiuto del Signore, che arriva a ciascuno in modo speciale con i Sacramenti. Tutti sappiamo che l’Ordine ed il Matrimonio sono due Sacramenti, due canali attraverso i quali la grazia del Signore scende sull’uomo. Essendo sacerdote coniugato papas Gaspare ha avuto uno strumento di Grazia in più rispetto al sacerdote celibe o rispetto al laico sposato. Questa grazia sacramentale ha dato a papas Gaspare la forza di essere un buon sacerdote, un marito ed un padre affettuoso.
Papas Nicola Schirò di Palazzo Adriano assicura la celebrazione della divina Liturgia e l’amministrazione dei sacramenti nella parrocchia di Piano Cavaliere dalla morte di papas Gaspare fino alla nomina del nuovo parroco.
Il 21 agosto 1977 papas Giovanni Borzì, sacerdote di rito bizantino, é nominato parroco di Piano Cavaliere. Nato a Contessa Entellina il 6 febbraio 1922 é ordinato sacerdote a Milano da mons. Giuseppe Perniciaro il 2 settembre 1973. Lascia l’incarico nell’estate 1985, ritirandosi a Contessa Entellina, dove continua l’attività sacerdotale collaborando nell’ambito della parrocchia di rito bizantino.
Il 17 novembre 1985 a papas Nicola Cuccia, nato a Contessa nel 1959, sacerdote di rito bizantino coniugato, viene affidata la parrocchia di Piano Cavaliere, di cui prende possesso formalmente il 10 gennaio 1986. Dal 1993, nominato parroco della Chiesa Madre di Contessa Entellina, papas Nicola Cuccia assicura l’assistenza religiosa ai fedeli di Piano Cavaliere come Amministratore parrocchiale. Parroco della chiesa Greca di Palazzo Adriano nel 2009, da qualche anno è parroco a Palermo nella Parrocchia S. Nicolò dei Greci (La Martorana).
Papas Jani Stassi, parroco greco a Contessa dal 2010 assicura attualmente l'assistenza religiosa ai fedeli di Piano Cavaliere.
Dai dati sopra esposti emerge che la Parrocchia di Piano Cavaliere, eccetto il breve periodo iniziale (1958 - 1966: parroco di rito romano padre Clesi), è affidata a sacerdoti di rito bizantino. 
(I -continua)