StatCounter

giovedì 26 marzo 2015

Piana degli Albanesi. COMUNICATO DELL’ASSESSORE

Approvato il bilancio 2014: mazzata da 312.000 € circa a seguito di sentenza immediatamente esecutiva del CGA, il Consiglio Comunale decide di trasmettere gli atti in Procura poiché nel provvedimento vengono segnalati provvedimenti illegittimi

Il Consiglio Comunale, nella seduta del 25 marzo, nonostante le difficoltà, è riuscito ad approvare il bilancio di previsione 2014. A tutt’oggi continuano ad arrivare decreti ingiuntivi e richieste di pagamento da parte di ditte che avanzano crediti. Emblematico il caso della richiesta di somme da parte dell’albergo di lusso Costa degli Ulivi. 
Lo stato economico dell’Ente è caratterizzato da una serie di obblighi contrattuali pesanti e da una forte situazione debitoria, derivante dalla attività amministrativa del decennio passato che ha determinato una condizione drammatica. Per tali motivazioni l’Ente è stato costretto ad attivare la procedura di riequilibrio per evitare il default e riuscire a mantenere i servizi minimi per le fasce deboli. A dare il colpo di grazia, il debito da pagare immediatamente a seguito di sentenza esecutiva del Consiglio di Giustizia Amministrativa che condanna il nostro Ente al pagamento della somma di 312 mila euro circa per un esproprio. Il debito dovrà essere pagato adeguando le aliquote Imu. La sentenza n. 761/13 del CGA recita testualmente: “I fatti sopra descritti dimostrano che il Comune per un lungo periodo si è comportato ignorando del tutto la legge, consapevolmente violandola e ponendo in essere, quindi, atti illegittimi” […] “Il comportamento dell’amministrazione comunale si colora ulteriormente di illegalità”. Pertanto il Consiglio Comunale ha deciso di trasmettere gli atti alla Procura della Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica.
Piana degli Albanesi, 26/03/2015
L’Assessore alla Comunicazione
              Alessia Salemi