StatCounter

domenica 8 marzo 2015

Il notaio. Non vuole essere disturbato nei suoi ... guadagni


Un recente disegno di legge va a mettere il naso nelle cose, nei guadagni, dei notai, una delle caste più illustri del Belpaese.
Molto in sintesi si tratta di questo:
a ) per i trasferimenti degli immobili non abitativi fino al valore catastale di 100.000 euro non si dovrà più andare dal notaio, ma ci si potrà rivolgere ad un avvocato che si limiterà ad autenticare le firme.
b) Il “Comitato notarile siciliano” ritiene che questo provvedimento, da solo, è in grado di creare fino a 40.000 esuberi nel settore.
Questa proposta – dicono i notai, che hanno scritto anche un appello a Mattarella – consegna il mercato dei servizi professionali alle lobby delle banche e delle assicurazioni e a pagarne le conseguenze saranno i cittadini e i professionisti. 
L’imparzialità, la terzietà e il controllo antiriciclaggio garantiti dall’intervento notarile rischiano di essere cancellati unitamente alle altre garanzie che il sistema professionale italiano offre ai cittadini.