StatCounter

sabato 14 marzo 2015

E' in arrivo l'ennesima (finta) riforma della scuola

Cosa è questo gran rumore ?
E’ Renzi che con gran seguito di adulatori, stampa, Rai e lecca-suole annuncia la riforma della scuola !
Ma la scuola quante  volte la si riforma ? sulla carta ?

Ho ancora alle orecchie le grandi riforme della Moratti, quelle del democristianissimo Fioroni, quelle di ieri della Gelmini ! 

E adesso arriva Renzi !!!
Renzi, con la grande fanfara di “ammiratori” ci preannuncia i suoi  criteri della scuola “come la vorrei”.
Nuovi e vasti poteri da attribuire ai presidi nella scelta degli insegnanti, sulla base di un ampio elenco.
L’oggettività della scelta e la possibile discriminazione in base all’amicizia, alla familiarità, alla convergenza ideale e politica fa parte del sistema: essere liberisti oggi è obbligatorio; pure essere ignoranti oggi è obbligatorio. Diversamente si va a disturbare il manovratore.

Effettivamente la riforma della scuola serve: si deve levare quel po’ di merito che ancora resiste.
Quello che era prima assegnato a concorsi o a decisioni dei provveditorati adesso è meglio sia competenza del capo dell’istituto che è chiamato a rispondere dei pregi e dei difetti dell'istituto.
Gli insegnanti devono diventare prerogativa dei presidi, come i ministri ignoranti sono prerogative del premier.
L’idea dell’uomo solo al comando, sia esso in un partito, in un comune o in una regione è la grande novità del renzismo e della finta Sinistra dei nostri giorni, di quel Pd degli ex-comunisti dalle idee confuse e dei democristiani sempre vispi. 
Per meglio rappresentare la svolta, suggeriamo che in ogni aula venga affissa l’immagine mascellare del Premier (come un tempo si esponevano le mascelle del Duce).

Viva Renzi e la sua riforma della scuola !!!!

Dimenticavo: democristianamente è bene aumentare gli aiuti alle scuole private.
Viva Renzi !!!