StatCounter

venerdì 20 marzo 2015

Comunione e Liberazione. Troppe inchieste

Il caso  Maurizio Lupi e' l’ultimo caso che ha lambito il mondo di Comunione e Liberazione negli ultimi anni. 
Il ministro delle Infrastrutture per ora non è indagato, ma è stato investito da indagine e intercettazioni, con riferimento al suo rapporto stretto con Ercole Incalza (l’ex consulente del ministro delle Infrastrutture arrestato per corruzione). Ieri il ministro ha annunciato le dimissioni. Ma nell’inchiesta compare anche un altro ciellino, Francesco Cavallo, esperto in relazioni istituzionali ed ex amministratore delegato della società editrice del settimanale Tempi,  espressione del mondo culturale ciellino diretto da Luigi Amicone. 
Sono inoltre passati solo pochi mesi dal coinvolgimento di Lupi nell’inchiesta su Expo 2015: anche in quel caso il ministro non fu indagato, ma venne tirato in ballo da Gianstefano Frigerio, che ha parlato di lui nelle intercettazioni come “referente politico”. C'e' poi la madre di tutte le inchieste, quella sulle spese pazze e le vacanze pagate a Roberto Formigoni, che gli è costata la presidenza della Regione Lombardia. 
Tutte queste indagini hanno molto indebolito il sistema di potere messo in piedi da Cl negli ultimi 20 anni, In Lombardia e non solo.