StatCounter

giovedì 26 febbraio 2015

Cristiani in Medio Oriente. In quelle condizioni di persecuzione, se mantengono la loro identità devono essere veri cristiani

Continua a crescere il numero di cristiani assiri rapiti dall'Isis in Siria. 
L'Osservatorio Nazionale per i Diritti Umani (Ondus), spiega che i jihadisti hanno catturato altre decine di persone da 11 villaggi nella provincia di Hassakeh, negli ultimi tre giorni. Le stime precedenti parlavano di 150 cristiani sequestrati nella stessa provincia, nel nord-est del Paese.
Sono circa una dozzina i foreign fighters di nazionalità italiana, tra vivi e morti (è il caso del genovese Giuliano Delnevo, ucciso in Siria nel 2013). Complessivamente per l'Italia è passata circa una sessantina di combattenti occidentali andati nei teatri di guerra, la maggiora parte stranieri.
La Santa Chiesa Cattolica e Apostolica Assira d'Oriente  (questa è la dnominazne ufficile) è una Chiesa cristiana che affonda le sue radici nella chiesa di Babilonia, forse fondata dall'apostolo Tommaso.
La chiesa si definisce "chiesa ortodossa assira". Esistono comunità pure in India.
La chiesa assira orientale è nota e così  è stata definita da papa Giovanni Paolo II come la "chiesa dei martiri", poiché nessun'altra chiesa annovera un eguale numero di martiri.
E' la chiesa più radicata in Iraq e in Iran
Nel medioevo si estendeva fino alla Cina e all'India.